A Frida

Ansimando filava una cerva,

dal dardo trafitta e nel petto compunta,

il suo cuore palpitando senza riserva,

lacrimava di getto infino alla punta.

 

Assetata trottava inciampando,

annaspando per una speranza sincera,

rombolando e acquattando

cercava uno zampillo del suo Rivera.

 

I petali cadeano sparti sul Rio,

come gocce di rugiada sulle foglie

bagnate dalla mano del Dio.

 

E quel fiore reciso di moglie,

riscattava dell’amore il fio,

ornando della brezza le spoglie.

 
Cervo-ferito-Cerbiatto-Frida-Kahlo
Frida Kahlo, Il cervo ferito, 1946.
Annunci

3 pensieri su “A Frida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...