Quadro di Jean-Baptiste Camille Corot intitolato “Orphée ramenant Eurydice des enfers” del 1861.
La storia di Orfeo ed Euridice è struggente. Orfeo, innamorato della ninfa Euridice, vuole sposarla, ma incontra l’opposizione dell’apicoltore Aristeo.
Euridice, per sfuggire, scappa, ma un serpente la morde, uccidendola. Orfeo è vinto dal dolore e, per tentare il tutto e per tutto, intona una musica in onore di Ade e Persefone, che gli concedono la grazia: riporteranno in vita Euridice se Orfeo, insieme alla sua amata, discesi gli Inferi, riusciranno a risalirli senza voltarsi indietro.

Tuttavia, durante la fuga, Euridice si volta ed Orfeo è costretto a perderla per sempre. Egli intona un canto drammatico e giura di non amare nessun’altra, se non la sua ormai perduta Euridice. 

21430431_208233049713181_6678105192246994072_n.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...