«Lontana dal mondo e dal tempo, staccata. Immobile e imperitura, Venezia bisogna rispettarla fin dove è possibile. Noli me tangere dice.»
(Bruno Barilli)

La nostra Venezia in tutti i suoi magici angoli, tra colori e riflessi. 
Fotografia gentilmente concessa da Peter Mei.

21761579_209172299619256_1201814875129141959_n.jpg

 

Un parallelo tra Youth, film di Sorrentino del 2015, e questa splendida foto, di Gustavo Millozzi, intitolata Beata solitudo (1960).

Untitled collage.jpg

Quando l’acqua è alta, come in questi giorni, Venezia acquista una nuova immagine. Come un Narciso che si specchia, e non sente il rantolo di Eco che sta per consumarsi d’amore, così Venezia, che ha tante anime che desiderano “ire a farsi belle”, si riflette nell’acqua.

Foto di Vanessa Zanchi, studentessa di Scienze dell’antichità dall’animo poetico e dall’obbiettivo sempre pronto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...